L’Associazione GAV (trasformatasi in Fondazione GAV, nel 2004) nasce da un gruppo di giovani, raccoltisi intorno alla figura carismatica di don Marino Pigozzi che, il 28 agosto 1968, costituiscono un’associazione denominata “Giovani Amici Veronesi”, con sede in Verona. È in questo primo periodo che il gruppo matura la convinzione che il lavoro è, insieme all’esperienza di vita comunitaria, la terapia, più efficace, che libera e salva dall’emarginazione e dalla dipendenza.

Con il passare degli anni si accentua sempre più l’impegno sociale nei confronti delle persone bisognose, senza alcuna distinzione o pregiudizio.

Nel primo periodo di vita l’Associazione GAV organizza a Verona un Centro Incontro per persone emarginate, un’attività d’assistenza a carcerati ed ex carcerati e una Casa Famiglia, che ancora oggi accoglie e assiste giovani con problematiche socio-familiari.

 

 

 

FONDO MEMORIALE IN RICORDO DI DON MARINO PIGOZZI “RES NON VERBA”

 

La proposta di costituire il fondo è nata tra gli Amici più stretti di don Marino, coloro i quali hanno condiviso con lui i momenti più importanti, più significativi e maggiormente ricchi di entusiasmo. Ora è arrivato il momento di mettere in pratica gli insegnamenti che ci ha lasciato, primo fra tutti “RES NON VERBA”. Lui, sempre dalla parte dei più deboli, di coloro che vengono messi ai margini perché non rientrano nei parametri di produttività, di profitto, di efficienza; coloro che sono stati travolti dagli eventi, che non hanno armi né voce per difendersi.

Questo FONDO è dedicato a loro ed in particolare a chi, nel territorio di Verona, si trova ad affrontare condizioni di disagio mentale ed economico così da infondere la speranza di tornare a vivere dignitosamente. Sarà un fondo utilizzato per avviare nuovi percorsi terapeutici e riabilitativi, reinserimenti lavorativi, occasioni di svago e sollievo per gli ospiti delle strutture e per coloro che vivono all’interno della Casa Famiglia, favorendo, in questo modo, la connessione umana tra bisogni e generosità.

La Fondazione GAV sostiene la cultura del dono come strumento per rafforzare quella fiducia, coesione e capitale sociale che sono alla base della crescita non solo morale e civile, ma anche economica del tessuto locale. Rendere la donazione non un sacrificio ma un’opportunità per affermare la propria responsabilità sociale, creando le condizioni affinché i donatori possano pienamente comprendere e sperimentare i benefici che hanno arrecato alla propria comunità.

Si tratta di un fondo permanente, composto da quote del valore unitario di euro 250,00 che tutti possono donare attraverso il codice iban IT 45 A 05034 11750 000000005264 o attraverso bollettino postale intestato a Fondazione GAV c/c numero 43153568

Sostieni la Fondazione GAV

attraverso l'IBAN

IT 45 A 05034 11750 000000005264

con bollettino postale intestato a Fondazione GAV

c/c numero 43153568